Vittorio Sereni, da Un posto di Vacanza (sez. V)

Pensavo, niente di peggio di una cosa
scritta che abbia lo scrivente per eroe, dico lo scrivente come tale,
e i fatti suoi le cose sue di scrivente come azione.
Non c’è indizio più chiaro di prossima vergogna:
uno osservante sé mentre si scrive
e poi scrivente di questo suo osservarsi.

{ Leave a Reply ? }

  1. HuskyGentile

    Ti piace proprio Sereni, eh?
    Direi che è contorto al punto giusto :D…
    Ma lo sai che non è niente male? Contorta (come te XD), ma niente male *sìsì*…