Bisogna restare soli

almeno qualche giorno, perché torni la voglia di scrivere.
Bisogna aver lì fuori una nebbiolina soleggiata piena di foglie, un po’ come quella qui nel titolo,
e una musica a caso che Grooveshark decide adatta al momento.

Allora ecco, mi ricapita quasi di guardare appena oltre la soglia,
di farlo senza avere paura,
o tristezza.

{ Leave a Reply ? }

  1. Paolo Pasquini

    Eh, magari. Qui fa un freddo cane…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>