Strategie pre-esame

1) Take it easy.
2) Non puntare al cento.
3) Non puntare a un voto alto.
4) Non puntare proprio.
5) Ripetere mille volte "il voto non giudica il tuo vero valore". Anche perché è vero.
6) Ripetere mille (alla seconda) volte "le priorità nella vita sono altre". E anche questo è vero.
7) Uscire tutte le sere per rinforzare la certezza di cui al punto 6.
8) Convincersi che se fossi andata al classico avrei preso cento, dopo aver tradotto la versione in un’ora, fischiettando.
9) Ricordarsi che, ponendo: "aspettative"=a, e "importanza voto d’esame"=x, con x appartenente a D=[-liceo scientifico ; +futuro letterario], si ottiene che il limite di x per a tendente a zero è uguale a zero.
10) Arrivati al punto dieci, raschiare dal fondo una qualche motivazione per non chiudere i libri e mandare tutto al diavolo.

{ Leave a Reply ? }

  1. utente anonimo

    punto2—beh, questo si che è il mio problema…come farò se non arrivo a cento…

    8—in effetti anche io se fossi andata a un classico (hihi)

    9–ehm…non ho capito nulla!!!

    10—cazzo… era la mia idea!!!!

    babuz

  2. valecapi

    mitica fino al punto 9,peccato per il dominio…apporterei infatti una restrizione,per adesso D= [liceo scientifico] il futuro poi si vedrà…Non è che mi passeresti qualche motivazione???E se ce li hai anche gli appunti di genetica…

  3. utente anonimo

    Oddio, vedi? questo avrei dovuto leggerlo prima degli scritti è_é. Cmq sono ancora in tempo.

    Sì, beh, il 100 è una di quegli attacchi di panico che ti prendono, e che cerchi di scacciare dicendo: “macché, ma dopo la laurea a nessuno verrà in mente di chiederti il voto del diploma…” Il che poi è vero.

    Cerco di non puntare affatto anch’io. Il resto, è tutto accessorio. -.-

    Diana*

  4. giulio

    il punto 8 è tutt’altro che ponibile. chiedilo alla mia classe.