Perché non ti apri?

Io cercavo di raccontarti qualcosa di me
- ricordo la mia camera com’era allora, tu a dondolarti sulla mia sedia, e a toccare le cose, a giocare con le mie cose (che rabbia,
se le rompevi!) -

tipo: un’improvvisa scoperta sul Bene e sul Male, un’idea geniale per Cambiare Il Mondo,
o, peggio, gli ultimi due centimetri di contorno che avevo tracciato, finalmente, attorno un’emozione scoperta
- peggio ancora, un’emozione che riguardava te

e tu, lo ricordo bene, scherzavi, o cambiavi argomento.

Lo ricordo bene perché ho cambiato il tu, in sette anni, ho cambiato moltissimi tu,

ma mi sento costantemente allo stesso modo, fissata da due occhi vacui che non capiscono,
a cui non interessa

l’intimità

e che un giorno, chiacchierando di una crisi qualsiasi, chiederanno ingenui: perché non ti apri?

[Credo bisognerebbe vietare alle bambine di avere amici maschi, biologicamente più stupidi fino all'adolescenza. Provocano traumi]

{ Leave a Reply ? }

  1. giulio

    Ehi, ehi, ehi. Costantemente? Anche ora?!? No, perchè…

    [ennò, Ila, volevi lasciarmi in balia degli amici maschi fino ai venti? Come sopravvivevo? Il mio cervello si sarebbe suicidato!]

  2. Gab

    no, bisogna reciprocamente abituarsi alla sopportazione :D
    altrimenti dopo sì che sarebbe traumatico

  3. Fra

    Ripassavo di qui… dopo tanto tempo. Tanta cose che cambiano e sono cambiate nel tempo. Ti scrivo qui perchè mi ricordo che in quella camera ci sono stato a osservare i tuoi conigli. E ogni tanto quando vedo qualcuno che ha un’espressione da coniglio mi viene in mente subito Ilaria. Niente, ti volevo solo lasciare un saluto, da parte di un altro a cui poche volte hanno detto perchè non ti apri. Storie diverse lo so.
    Un abbraccio
    Fra