Bancarella

Un ragazzino zitto dietro al banco
(di là, un collo rapido proteso appena, sulla merce la mano di un passante,
già rivolto altrove)

Torna mamma innervosita: – Nessuno ancora? Ma tu fermali!
Digli almeno cos’abbiamo! Vedi quello – s’abbassa e si fa dolce – ci guarda, ne vuole
e non capisce!

Signore, signore! Affetto usato come nuovo
e identità non contraffatte!

{ Leave a Reply ? }

  1. giulio iovine

    ma io pensavo che tu fossi uno spaghetto con la pummarola ‘n coppa.