Gratitudine

senza destinatario (né destino, ma curiosa
meraviglia del succedersi d’innesti

[(agr.): inserto su una pianta d'una gemma
d'altri, per migliorare il frutto;
(mecc.): dispositivi in collegamento; (fig.):
congiunzione
]

automatici nel mondo posto a caso)

svegliata in soprassalto dopo il sogno
di birilli sbaragliati da uno strike
per un cricco del clinamen sulla pista.

 

(Parafrasi: arrivato per coincidenze, sognando di perderlo ho ricordato di averlo)

{ Leave a Reply ? }

  1. Tartufone

    Però questo post è troppo mio. Non ti sono grato per niente, chiedimi scusa.

  2. toppe

    Quando sarò famosa, nelle antologie sarai nel paragrafo: modelli letterari.

  3. Tartufone

    Inutile dire che mi piace un botto.

  4. toppe

    Grazie, grazie, inchino. Per gli autografi chiedete al mio manager…

  5. Tartufone

    E il risveglio a soprassalti è un’intertestualità montaliana da per cui mi inchino e mi tolgo, con un volteggio, il paraorecchi.

  6. toppe

    Non dite in giro che non lo sapevo. Anzi, sì, quello stronzo mi ha copiato!

  7. Tartufone

    Adesso basta. Devo cominciare a insultarti, il nostro copione lo prevede.

  8. toppe

    Ecco, in questo modo il post somiglierà ancora di più ai tuoi. Fatti avanti, aulico poetucolo senza contenuti.

  9. Tartufone

    Ho aspettato che calasse la notte, così ti avrei colto nel sonno… se non sei su MSN come al solito… vediamo, vediamo… glottologa.

  10. GiorgioMastrota

    leggendo questi post
    mi sento un po’ irritato
    magari qualcosa l’ho lost
    e sono uno sfigato
    ma la vita è così dura
    che se vuoi fare una poesia
    anche se profonda e matura
    fa che almeno bella sia.

    (questa sì che è un capolavoro!)