Monthly Archives: settembre 2007

Insolubile

Su questa riva freddo
ai piedi, del vorticare
torbido laggiù
un’interruzione

Qualcuno forse annega

E se fosse Dio a stupirsi?

quadro di Bocklin, Einsiedler

Sapete quei post che uno pensa, mette in tasca e dice “sì, prima o poi lo scrivo”? Beh, ora non c’ho un cazzo da scrivere, quindi lo tirerò fuori dalla tasca.
Questo monaco stava suonando il violino in un angolo dell’Alte Nationalgalerie di Berlino (comunque si scriva) e se pure gli angeli si fermavano ad ascoltarlo, và, dovevo fermarmi anch’io.

Ditemi se non è geniale. L’immaginario cattopalloso pullula di cori celesti che cantano le lodi di Dio, con ligi angioletti dall’aria più o meno estatica che si protendono tutti verso il cielo e file di credenti rivolti misticamente al padre – raffigurato banalmente in qualche posizione centrale e rilevata, mentre anche le nuvolette sembrano indicarlo.

Qui invece c’è un monaco. Che suona raggomitolato su se stesso, davanti a una madonnina sgarrupata appesa al muro nel suo bugigattolo; come stessero sbrigando una conversazione privata. E gli angeli spiano da fuori.
Sembrano pure meravigliati: ma come, sei un angelo, sei pappa e ciccia con Dio, vedi cose che noi umani… e ti stupisci per un eremita che suona da solo un violino sfigato nella sua casupola di legno? E scendi pure ad ascoltarlo, ti protendi tu verso di lui, fai tu lo sforzo di sbirciare da una fessura per vedere dentro (mentre l’uomo è un’eternità che si sforza per sbirciare fuori)?

Capite ch’è tutto ribaltato, e dato che a me piace tanto ribaltar le cose, non potevo non fermarmi davanti all’Einsiedler.
Anche perché ogni tanto penso che s’è sbagliato tutto, noi abbiamo deciso che Dio è grande, onnipotente e con tutti i controcoglioni del caso - invece magari è lì fuori dalla nostra porta, un po’ stupito, che vorrebbe curiosare dentro. Ma noi preferiamo inchinarci alle madonnine sul muro, dandogli le spalle.

Che gente…

[Giulione vs Ila]
[
N.B.: la lettura di questo post è sconsigliata al pubblico permaloso e/o sensibile a causa dei contenuti ricchi di cinica ironia e non precisamente rispondenti al vero]

G –caaaaaaaaaaaaaaaaaara! ho letto il tuo blog
I – Quale onoreeeeeeeeeeeeeeeeeeeee <si inchina ripetutamente baciando la terra ai piedi di giulio>
G -  stupida! che dire… niente male… sembra tutto così Importante e Sconsolato.
I – mwuhauahau no lo so che sta per arrivare la stroncatura… sii sincero, tanto ho già i miei fan U.U
G – immagino. Le cose Importanti e Sconsolate, da Catullo in poi, fanno furore!
I – ahuahuahu…. no ma sono tutti fan che non capiscono un cazzo di quello che scrivo. Sai la gente vagamente affascinata dalle cose auliche e incomprensibili…

G – ah, ho pure visionato le poesie
I – >.< taci il tuo classicistico giudizio
G – classicistico? nooooo! per chi mi hai preso? in realtà farebbero i soldi, per come sono messe. danno molte impressioni indefinite, che oggi vanno un sacco. daaai, tenta la fortuna con un editore
I – ahahahahah
G – che inevitabilmente ti sposerà, e sei a posto per tutta la vita!
I – beh quello è già più interessante.
G – dimenticavo che tu preferisci i rapporti umani… (che gente c’è in giro…)